IMMER NOCH – IMMER WIEDER – SCHON WIEDER – SCHON IMMER

Il significato e l’uso di schon, noch, immer e wieder sono piuttosto semplici ed intuitivi. Schon significa già, noch significa ancora, immer sempre e wieder di nuovo. SCHONGià Ich habe keinen Hunger, ich habe schon gegessen. Bist du schon zu Hause? Dann können wir die Kinder früher abholen. Non ho fame, ho già mangiato. SeiContinua a leggere “IMMER NOCH – IMMER WIEDER – SCHON WIEDER – SCHON IMMER”

STATT- ANSTATT- ANSTELLE- STATTDESSEN

Come si dice al posto di in tedesco? Come spesso capita in questa lingua le risposte sono molteplici. Al posto di può essere infatti tradotto con statt, anstatt, anstelle e stattdessen. Vediamo quando si usano: STATT – ANSTATT – ANSTELLE Statt, anstatt e anstelle sono preposizioni e si usano allo stesso modo, seguiti dal genitivoContinua a leggere “STATT- ANSTATT- ANSTELLE- STATTDESSEN”

NUR – BLOß – ERST

Come si dice solo/solamente in tedesco? Nur. Non basta. Infatti, non c’è solo nur che traduce il nostro solo/solamente, ma ci sono anche altre parole, tra cui bloß e erst. Vediamo insieme quando si usa cosa. NUR Nur significa appunto solo/solamente ed è la versione più ricorrente per esprimere questo significato. Vediamo qualche esempio: WillstContinua a leggere “NUR – BLOß – ERST”

Darauf, darum, dafür… Cosa sono e come si usano

In tedesco è molto frequente l’uso di parole composte da da + preposizione e della loro forma interrogativa, composta da wo(r) + preposizione. Si tratta di avverbi costituiti da una preposizione legata ad un pronome, in tedesco si chiamano infatti Pronominaladverbien, Präpositionaladverbien oppure Präpositionalpronomen. Quando e come si usano? Questi avverbi si trovano sempre inContinua a leggere “Darauf, darum, dafür… Cosa sono e come si usano”

NEIN – NICHT – KEIN

La negazione in tedesco è uno dei primi argomenti che si tratta nel percorso di studi della lingua. Nonostante sia tra le conoscenze base, risulta essere un tema un po’ ostico. Vediamo insieme quali sono le peculiarità della negazione in tedesco. Principalmente le parole che ci servono per esprimere una frase alla forma negativa sonoContinua a leggere “NEIN – NICHT – KEIN”

Verbi separabili: come evitare di scordarsi i prefissi per strada.

Una delle caratteristiche a mio avviso più affascinanti del tedesco è il fatto che durante una comunicazione il significato non venga trasmesso quasi mai nella sua interezza fino a che non si raggiunge la fine della frase, come se questa fosse una tecnica per tenere sulle spine e quindi sull’attenti l’interlocutore fino a quando nonContinua a leggere “Verbi separabili: come evitare di scordarsi i prefissi per strada.”

Präteritum, Perfekt e Plusquamperfekt: quando si usa cosa?

Quando si imparano i verbi in un’altra lingua l’aspetto più ostico sembra inizialmente essere la formazione dei tempi e dei modi, le varie coniugazioni con le diverse desinenze e le eccezioni, che naturalmente non mancano mai. In realtà questa è la parte più semplice, poiché ci sono delle regole grammaticali ben precise de seguire, oltreContinua a leggere “Präteritum, Perfekt e Plusquamperfekt: quando si usa cosa?”

Il passivo

Una delle cose che nell’apprendimento delle lingue straniere spesso risulta complessa e sembra creare molti problemi è la costruzione della forma passiva dei verbi. In tedesco il passivo a prima vista sembra avere una struttura intricata e molto diversa da quella dell’italiano, però una volta capito il meccanismo con un po’ di pratica si riesceContinua a leggere “Il passivo”

Sich freuen: auf oppure über?

Il verbo riflessivo sich freuen significa essere contento di qualcosa. Questo essere contento può riferirsi ad una cosa o ad un avvenimento del passato oppure del futuro. A seconda che l’oggetto di riferimento si trovi nel passato o nel futuro, occorre scegliere tra due preposizioni diverse: auf o über. Futuro Se l’oggetto di riferimento siContinua a leggere “Sich freuen: auf oppure über?”

Metodo di studio

6 cose che ti aiuteranno ad ottimizzare le ore sopra i libri Il titolo parla chiaro: un metodo di studio. Non esistono infatti trucchetti, pillole, danze o rituali vari per imparare in 5 minuti a scrivere, capire e parlare tedesco. Bisogna studiarlo!A volte però questo non basta, o magari basta a raggiungere il minimo traguardoContinua a leggere “Metodo di studio”