IMMER NOCH – IMMER WIEDER – SCHON WIEDER – SCHON IMMER

Il significato e l’uso di schon, noch, immer e wieder sono piuttosto semplici ed intuitivi. Schon significa già, noch significa ancora, immer sempre e wieder di nuovo. SCHONGià Ich habe keinen Hunger, ich habe schon gegessen. Bist du schon zu Hause? Dann können wir die Kinder früher abholen. Non ho fame, ho già mangiato. SeiContinua a leggere “IMMER NOCH – IMMER WIEDER – SCHON WIEDER – SCHON IMMER”

Goodbye Kanzlerin. 16 anni con la Mutti alla guida della Germania

In molti ricorderemo quando, qualche anno fa, si è cominciato a parlare della prima cancelliera donna tedesca, Angela Merkel, la prima ad aver ricoperto il ruolo di Bundeskanzlerin. Ma chi è Angela Merkel? Come è riuscita a rimanere in carica così a lungo? Chi è Angela Merkel? Angela Dorothea Kasner (successivamente Merkel) nasce ad AmburgoContinua a leggere “Goodbye Kanzlerin. 16 anni con la Mutti alla guida della Germania”

Ach du grüne Neune!

Oh nove verde!E cosa significa adesso questa espressione? “Ach du grüne Neune!” è un’esclamazione usata quando qualcosa di inaspettato ci sorprende e spaventa. In realtà non la usano in molti, tendenzialmente le vecchie generazioni. I più giovani al suo posto userebbero piuttosto un “Ach du meine Güte!” oppure un “Ach du Scheiße!”. Ma da doveContinua a leggere “Ach du grüne Neune!”

Apfelnusskuchen – torta di mele e frutta secca

La torta di mele è in assoluto uno dei dolci più facili e buoni da preparare: la base di una ciambella, più o meno, e le mele sopra. Divina semplicità. Qualche settimana fa il mio fidanzato se ne è andato a casa dai suoi per qualche giorno e mia ha mandato la foto di unContinua a leggere “Apfelnusskuchen – torta di mele e frutta secca”

Weihnachten: il Natale oltralpe.

In Italia è chiaro: il 24 si mangia il pesce, il 25 si mangiano primi e secondi di carne (nella mia zona cappelletti e arrosto), il 26 gli avanzi e il 31 e l’1 le lenticchie accompagnate da una grande varietà di altri piatti tradizionali. Ogni giorno c’è una tombolata organizzata in qualche salone dellaContinua a leggere “Weihnachten: il Natale oltralpe.”

Plätzchen: i biscottini di Natale.

In Germania a partire dalla seconda metà di novembre c’è un’attività che viene frequentemente praticata, senza sosta, da tutti i tedeschi, fino all’arrivo del Natale: Plätzchen backen, cioè cuocere biscottini di Natale. Tutto quello che serve sono chili di burro, zucchero a velo, un altro paio di ingredienti e delle Ausstechformen (formine) carine. Negli ultimiContinua a leggere “Plätzchen: i biscottini di Natale.”

Nikolaustag – il giorno di San Nicola in Germania

Natale è uno dei periodi più belli dell’anno, in particolar modo per i bambini che possono finalmente scrivere la lettera a Babbo Natale e chiedere quel gioco che tanto desiderano. O magari alla Befana o in Lombardia anche a Santa Lucia. Insomma tra dicembre e gennaio ce ne sono di persone che ci portano doniContinua a leggere “Nikolaustag – il giorno di San Nicola in Germania”

Volkshochschule: università popolare in Germania.

Nel 1919 a Weimar viene scritta la nuova costituzione della Repubblica Tedesca, dopo la fine della Prima Guerra Mondiale. In tutta la Germania si respira la necessità di un nuovo sistema d’istruzione. L’articolo 148 della nuova costituzione affida allo stato, ai Bundesländer e ai comuni la promozione dell’istruzione popolare. Così nascono le Volkshochschulen (VHS), delleContinua a leggere “Volkshochschule: università popolare in Germania.”

Girotondo in Germania: le città da non perdere

Qualche settimana fa mi è stato chiesto di stilare un elenco delle città più belle e caratteristiche della Germania perché un viaggio in terra tedesca è sempre dietro l’angolo. Io stessa ho ancora molto da vedere qui, quindi mi sono chiesta se fosse il caso di proporre un itinerario delle città che ho già visto,Continua a leggere “Girotondo in Germania: le città da non perdere”

Zimmerer auf der Walz

Una tradizione senza tempo entrata a far parte del patrimonio culturale dell’UNESCO nel 2015 Divisa, sacco, bastone e si parte, per almeno 3 anni e 1 giorno. Gli Handwerker (artigiani) che in passato, sin dal tardo Medioevo, volevano imparare al meglio il loro mestiere e ottenere il Meisterbrief, una sorta di diploma che certificasse leContinua a leggere “Zimmerer auf der Walz”